5.30 Scuola: qualche spunto per un'estate super fit

Un video dedicato agli studenti, alle studentesse e ai loro professori.

Per anni migliaia di studenti si sono organizzati coi loro professori per correre con noi all’alba: a Modena in primis, ma anche a Verona, Milano e Torino.

Dopo settimane chiusi in casa, ad affrontare l’imponderabile, questo è il nostro “arrivederci” alle scuole, ai ragazzi e agli insegnanti.

Un video con 8 punti per trasformare le prossime settimane in un'occasione unica per migliorare lo stile di vita, grazie alla sana alimentazione e al movimento.

Invitiamo tutti i professori di educazione fisica a presentare il video ai propri studenti, a commentarlo in classe e a condividerlo sui social delle scuole.

Se desiderate informazioni aggiuntive, potete contattare Sabrina all’indirizzo sabrina.severi@run530.com o @sabrina_severi su Instagram... sarà felice di sentirvi!

Ci mancate tanto.
Buona estate!

PS: un grazie all’U.S.R - ER di Modena, per aver inviato il video a tutti i professori di educazione fisica.

Sabrina, Sergio e il Team 5.30.


Stile di vita e coronavirus

Nel pieno dell’emergenza sanitaria, dopo aver posticipato il tour 5.30 al 2021 e dopo alcune settimane chiusi in casa per il lockdown, noi di 5.30 abbiamo sentito il bisogno di lanciare qualche stimolo, per ribadire quanto sia importante lo stile di vita nel favorire il nostro benessere e la salute, ma anche per prevenire o affrontare qualsiasi malattia.

Di seguito i punti salienti dei 5 appuntamenti su Instagram di Sabrina, biologa nutrizionista e mamma di 5.30, andati in onda in diretta alle ore 19 di lunedì 20, martedì 21, giovedì 23, venerdì 24 e lunedì 27 aprile. Per chi c’era e per chi non ha potuto partecipare, qualche ispirazione su cui meditare… in vista della famosa fase 2 che ci aspetta tra qualche giorno.

 

STILE DI VITA ED EMOZIONI

Siamo partiti da qui perché la scienza convenzionale spesso trascura le emozioni e i loro correlati biochimici. In realtà la nostra salute e la nostra qualità di vita dipendono anche dalle emozioni che ci attraversano e da come riusciamo ad affrontarle e gestirle.

Attraversiamo un periodo in cui tutti stiamo vivendo situazioni inimmaginabili fino a pochi mesi fa e siamo immersi in un mare di emozioni… naturalmente, non sempre positive.

In questo periodo così impegnativo e triste dobbiamo essere abili ad accogliere ogni emozione, anche quelle che ci fanno soffrire… ma poi concentrarci su altro, per ritrovare l’equilibrio, la serenità e la fiducia, giorno per giorno.

 

STILE DI VITA E SISTEMA IMMUNITARIO

Nel secondo incontro ho voluto ricordare e condividere come il Creatore ci abbia fornito un sistema immunitario stupendo ed efficiente, grazie al quale riusciamo a difenderci e superare molte malattie infettive (e non solo) nel corso di una vita.

L’esistenza del sistema immunitario, insieme all’adozione di alcune norme d’igiene attuate con responsabilità, ci deve far raggiungere una ragionevole tranquillità, per poter riprendere la nostra vita.

 

DIETA, INTESTINO E POLMONE

Terza puntata dedicata alla dieta mediterranea: ricca di alimenti di origine vegetale come la natura li ha creati per noi – verdura, frutta, noci, olio evo, cereali, legumi associati a dosi moderate di proteine magre (latticini, uova, carne e pesce) e grassi insaturi.

La dieta mediterranea è la scelta più vantaggiosa per prevenire stati di infiammazione sistemica. Intestino e polmone, due organi a contatto con l’esterno, sono costantemente impegnati a nutrirci di ossigeno e nutrienti, eliminare le scorie e difenderci. Prendersene cura è il nuovo must di questo periodo in between.

 

LA PRATICA DELLO SPORT E LA MEDITAZIONE

L’attività fisica regolare e la meditazione quotidiana sono due partner chiave per vivere a lungo e bene. Gli studi scientifici degli ultimi decenni, hanno chiarito da un lato gli effetti benefici attivati dello sport, dall’altro come la meditazione possa potenziare i processi rigenerativi a livello cellulare.

Se non ora quando? Vietato procrastinare!

 

SPECIALE VITAMINA D

Infine, speciale dedicato alla vitamina D, che in realtà è da considerarsi un vero ormone perché è coinvolta non solo nel metabolismo dell’osso, ma anche nella prevenzione di molte malattie.

Il nostro corpo può produrre vitamina D se stiamo al sole, e assorbirla da pochi cibi, come salmone, tuorlo d’uovo, funghi e latticini (se il latte è di vacche libere di pascolare al sole e i funghi sono coltivati all’aperto).

Consiglio di valutare periodicamente il livello di vitamina D nel sangue e, se c’è carenza (o se è solo “sufficiente”), ricalibrare la nostra dieta e valutare, insieme al medico, un eventuale integrazione.

 

Sabrina Severi - Biologa, specialista in scienza dell’alimentazione

 

 

Riferimenti bibliografici essenziali.

  • Linee guida per una sana alimentazione Italiana,  INRAN 2013. http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_652_allegato.pdf
  • Livelli di assunzione raccomandata di nutrienti, SINU 2014.
  • Le emozioni che curano, Erica Francesca Poli, Edizioni Mondadori, 2019.
  • Michael D. Gershon, Il secondo cervello, UTET, Torino 2006.

Fragole: il cibo delle fate

Fragole: il cibo delle fate!

Rosse e sorridenti, le fragole ci ricordano l’arrivo della primavera, dopo il lungo inverno che ci siamo ormai lasciati alle spalle.

Poche calorie, tanta acqua, vitamina C, potassio, magnesio, rame e zinco e una bella squadra di polifenoli con azione antiossidante e quindi protettiva per la salute delle nostre cellule… what else?!

Proprietà delle fragole
- Aumentano le difese immunitarie
- favoriscono l’eubiosi intestinale
- svolgono attività depurativa
- hanno funzione diuretica
- donano un dolce effetto lassativo

In cucina
Perfette nei centrifugati, nella crema budwig e nelle crostate di frutta.
Oltre i nutrienti, le fragole ci regalano anche tante energie sottili.
Rosse e a forma di cuore, sono consacrate alla Dea dell’amore, Venere, e alla fertilità.

Proprietà spirituali delle fragole: donano dignità.

La stagione delle fragole è sempre troppo breve… se non ne avete a casa, correte subito a comprarne!

Sabrina Severi
Biologa, specialista in Scienza dell’Alimentazione
Instagram @sabrina_severi


Acqua calda a OGNI pasto, please

Acqua calda a OGNI pasto, please!

Bere acqua ogni giorno è il segreto di lunga vita. L’acqua è coinvolta in tutte le attività metaboliche del nostro corpo. Oltre il 60 % del nostro peso è rappresentato da acqua, LO SAPEVATE?

Cosa bere?
Acqua a temperatura ambiente, calda o leggermente fresca. Evitare acqua refrigerata o ghiacciata, è un pugno nello stomaco.

Quanto bere?
Un litro e mezzo, due litri di acqua al giorno, il quantitativo varia a seconda dell’età e del tipo di alimentazione, dall’attività fisica svolta, dal clima…

Quando bere?
A ogni pasto 150-200 ml di acqua, non di più… e meglio se calda!
Fuori pasto… in abbondanza!

Come bere?
È consigliato frazionare in più sorsi ogni bicchiere di acqua, come nel video!

Bere bevande calda a pasto è un aiuto gigantesco per digerire bene, per favorire un metabolismo scoppiettante ed evitare la ritenzione idrica :)
Fidatevi, le indicazioni che vi ho fornito sono il risultato di evidenze scientifiche accreditate.

A presto,
Sabrina Severi
Biologa, specialista in Scienza dell’Alimentazione
Instagram @sabrina_severi


Nocciole, un vero superfood

In questi giorni sospesi, abbiamo creato delle stop motion sul cibo, per regalarci un pizzico di leggerezza…

Dall’autunno alla tarda primavera, le magnifiche nocciole sono a nostra disposizione, sempre fresche e fragranti grazie al loro guscio: un packaging spettacolare, fornito direttamente dalla natura.

Le nocciole sembrano create apposta per soddisfare la nostra voglia di buono, senza far volare la glicemia e il colesterolo perché, come tutta la frutta in guscio, sono fonte di proteine vegetali e di grassi buoni.

Ricche di vitamina E, vera leader per proteggere la pelle
dall’invecchiamento e potente antiossidante a livello cellulare.

Il contenuto di manganese, ferro e magnesio, le rende alleate preziose per chi pratica sport (anche casalingo, di questi tempi!) e per prevenire contrazioni muscolari.

Le nocciole non brillano per il contenuto di grassi omega 3 e omega 6, ma hanno un buon contenuto di Omega 9 (acido oleico), utile nel controllo del colesterolo.

Lo spuntino perfetto in questi giorni sospesi: 10-20 nocciole e 2 kiwi, per sparecchiare la voglia di dolci, attivare l’intestino e non pensarci più!

Le nocciole sono un punto esclamativo nei frullati di frutta fresca e nelle insalate fantasia.

Da evitare, però, dalle donne che allattano e dai bambini più piccoli, perchè sono alimenti potenzialmente allergizzanti.

Con gratitudine,
Sabrina Severi
Biologa, specialista in Scienza dell’Alimentazione
Instagram: @sabrina_severi

 


Informazioni per chi si era già iscritto

Nel 2021 correremo all’alba con la gioia di chi ha saputo superare la crisi di questi giorni, con senso di responsabilità e appartenenza. Quest’anno non ci sono le condizioni logistiche e nemmeno emotive per la 5.30, da qui la difficile decisone di posticipare tutto al prossimo anno.
Nei prossimi mesi ci dedicheremo con passione alla ripresa, insieme ai nostri partner di ogni città.
 
Di seguito, alcune informazioni per chi si era già iscritto, ricordandovi che per qualsiasi dubbio, siamo sempre qui pronti a rispondervi.
 
1- Tutte le iscrizioni effettuate online o presso i negozi saranno valide per il tour 5.30 2021. Conservate le mail di conferma o il tagliando che vi è stato dato al negozio.
 
2- Queste le date del 2021 (le date dovranno essere sottoposte al nulla osta dalle autorità locali ad emergenza completamente finita):
14 maggio Verona
21 maggio Milano
21 maggio Palermo
28 maggio Torino
4 giugno Modena
11 giugno Bologna
18 giugno Ferrara
25 giugno Mantova
25 giugno Bergamo
2 luglio Reggio Emilia
9 luglio Venezia
16 luglio Brighton
23 luglio Riccione
 
3- La t-shirt sarà quella del 2020, stessa grafica stesso colore, in ricordo di un anno difficile ma anche pieno di nuove opportunità. Questa t-shirt ricorderà ad ognuno di noi la forza, il coraggio, la condivisone e la vicinanza di queste ore.
 
4- Per chi vuole il rimborso dell’iscrizione
Sinceramente, se dovessimo rimborsare le iscrizioni a tutti quelli che si sono già iscritti sarebbe per noi un grosso problema perché quei soldi sono stati già usati per pagare i fornitori.
Però abbiamo trovato un compromesso che ci permette di accontentare chi vuole il rimborso dell’iscrizione.
Fatta questa premessa,
- chi si è iscritto online, può inviare una mail a info@run530.com entro il 30 aprile specificando nome, cognome e città per la quale si era effettuata l’iscrizione; dal rimborso saranno dedotte le spese di commissione bancaria (dello stesso importo che avete pagato al momento dell'iscrizione) + 3 euro di diritti di segreteria per ogni iscritto.
- Chi si è iscritto presso il negozio, può semplicemente presentarsi presso il negozio entro il 15 maggio con il tagliando dell’iscrizione e gli saranno restituiti i soldi, senza nessun addebito.

Venerdì 3 aprile alle 17.30 diretta streaming

Venerdì 3 aprile alle 17.30 diretta streaming sulla pagina Fb Run 5.30 Italia https://www.facebook.com/5.30Italy/

Vi spiegheremo i motivi che hanno portato allo spostamento del tour 5.30 al prossimo anno e ciò che faremo da qui al 2021. Ci saremo: io (Sergio), Sabrina, Francesca e Luisa, l’organizzatrice della 5.30 Palermo.

Siate puntuali!

p.s
Noi avremo tutti una t-shirt 5.30. Se ne indosserete una anche voi mentre seguite la diretta, ricordatevi di inviarci una foto. L’idea è di @al_tirabusoun


Il tour 5.30 sarà nel 2021, come le Olimpiadi

Potete immaginare quanto sia difficile pubblicare questo post.
Avremmo voluto posticiparlo o fare una città alla volta ma questa è la scelta migliore da fare adesso.
La decisione è stata presa di comune accordo con i nostri sponsor e i partner di tutte le città del tour 5.30.
 
Dalla pagina Facebook Run 5.30 Italia, faremo una diretta streaming venerdì 3 aprile alle 17.30 dove vi racconteremo cosa stiamo facendo e cosa faremo fino al prossimo anno, insieme.
 
Tutti i dettagli li pubblicheremo su sito, Facebook e Instagram dopo la diretta streaming.

A presto, Sergio & Sabrina


Arance, oro per la salute

Arance, oro per la salute!

Amiche fidate con poche calorie e una miriade di sostanze benefiche, le arance sono indispensabili per affrontare l’inverno... ma anche questa primavera!
Se non ne avete a casa, correte a comprarle!

Le arance contengono una quantità straordinaria di vitamina C e flavonoidi, sostanze con forte potere antiossidante, indispensabili per difenderci da tutte le malattie.Il buon contenuto di sali minerali dona a questi frutti un dolce effetto neutro-basificante e un forte effetto remineralizzante.

Il consumo regolare di arance, profumate e succose, calma la mente, induce serenità e pensieri positivi. E oggi più che mai, ne abbiamo tutti davvero bisogno.
-
Lo spuntino perfetto in questi giorni sospesi:
una spremuta di 2 arance + 10/20 mandorle... e così non avremo voglia di dolci!
-
Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienze dell’Alimentazione
Instagram: @sabrina_severi


La Protezione Civile chiama. 5.30 risponde!

Sono partite martedì scorso, in direzione Roma, 2000 t-shirt 5.30 che si aggiungono alle 3000 consegnate a dicembre.
Un rapporto consolidato tramite l’Associazione Nazionale Carabinieri Roma EUR Nucleo Volontariato ODV, pronto ad attivarsi nelle situazioni di emergenza come quella che stiamo vivendo.

Un grazie particolare all’Azienda Agricola Hombre che ci ha supportato per la spedizione.


Caramello salato... senza zucchero!

Se avete voglia di qualcosa di goloso da leccarvi le dita, siete atterrati nel posto giusto! Lo sappiamo tutti che lo zucchero è da evitare e i dolci da limitare però ,a volte, la voglia di dolcezza ci assale e così ho pensato di proporre questa ricetta cremosa e squisita… per soddisfare il nostro sé più trasgressivo e goloso!

Ingredienti
Datteri Medjool, 200 g
Mandorle, 40 g
Succo di limone, 2 cucchiaini
Sale dolce di Cervia o Maldon sea salt flakes, 1/3 cucchiaino (un po’ di più se preferite un gusto più salato)
Acqua d’ammollo dei datteri, al bisogno
Cocco disidratato (5-6  fettine) 1 fava di cacao, se volete aggiungere una nota personale.

Istruzioni
- Tenere i datteri in ammollo, completamente coperti d’acqua, per almeno 4 ore
- Colare i datteri e tenere da parte l’acqua.
- Snocciolare i datteri e metterli nel frullatore con tutti gli altri ingredienti.
- Frullare e aggiungere un cucchiaio di acqua d’ammollo per volta, finché non raggiungete la consistenza desiderata: densa come una crema spalmabile o più fluida per guarnire.
- Mettere la crema in un vaso di vetro a chiusura ermetica.
- Il caramello può essere conservato in frigorifero a 4°C, anche per una settimana.

-

Simile al famosissimo e vietatissimo caramello salato - bomba di zucchero, panna, burro e sale (!!!!) – questa versione del caramello salato, è naturalmente dolce, irresistibilmente cremosa senza un grammo di grassi animali e di zuccheri aggiunti… cosa chiedere di più?

Amo preparare questo caramello salato e spalmarlo sul pane a colazione o sulla frutta tagliata a fette, ma lo uso anche come dolcificante per i frullati e, non saltate sulla sedia, è squisito anche con le verdure! Sì, questo caramello è un condimento inaspettatamente buono anche per condire insalate o da spalmare sulle carote.

Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione


“Se non c’è il sole, indossalo!”

La frase del Sergio oggi non c’è. Però c’è quella inviata da Claudio, con la sua foto allegata: “Se non c’è il sole, indossalo!”
Uno splendido messaggio positivo per colorare queste giornate.

È uno dei tanti messaggi che ci state inviando ogni giorno
“Vi aspettiamo quando tutto sarà finito”
“Portateci di nuovo l’allegria!”
“Ce lo regalate un grande arcobaleno?”
“Ci troveremo tutti a Modena per abbracciarci con più calore!”
“Ci rialzeremo anche stavolta!”
“Ci rivediamo a Torino… vi aspettiamo!”
“Non molliamo, abbiamo bisogno di normalità!”.

Lo abbiamo detto anche ieri, rispondendo a un altro messaggio: appena sarà possibile, verremo a portare il sole in ogni città.
È una promessa!

Sergio & Sabrina


In questi giorni sospesi...

A un passo dalla primavera, concediamoci tempo per noi e per pianificare meglio l’alimentazione in famiglia, in questi giorni sospesi.

Per mangiare bene occorre fare gli acquisti giusti, ecco su cosa puntare per una spesa vincente.
Frutta e verdura giallo, rossa, arancione per la vitamina C e per un carico di carotenoidi, precursori della vitamina A, indispensabile per le difese immunitarie e per la vista. Verdura a foglia verde per un carico di vitamina A e di K: cavolo nero, cavolo verza, spinaci, rucola, insalata, radicchi, cicoria, rucola, cavolo riccio.

Frutta e verdura di stagione anche perché sono i migliori integratori di sali minerali– calcio, potassio, ferro, zinco e di fitosteroli, molecole utili per proteggerci dallo stress ossidativo.

Frutta secca, olio extravergine d’oliva, pesce grasso forniscono grassi insaturi  “buoni” utili a mantenere integre le membrane cellulari.

Semi oleosi di lino, di sesamo e di zucca per fare il pieno di vitamina E, potentissimo antiossidante che aiuta a proteggerci dai radicali liberi.

Riso integrale, cereali integrali e legumi, fagioli, lenticchie: per assicurarsi vitamine del gruppo B, con magnifici effetti sul nostro sistema immunitario e fibra alimentare, componente indispensabile per il benessere dell’intestino.

Latte e latticini, uova, carne magra e pesce: vitamina B12, vitamina A, ferro, calcio, fosforo e proteine ad alto valore biologico.

E ancora 3 ispirazioni
• Ad ogni pasto preparare verdure in quantità e a scelta, un primo piatto o un secondo piatto.
• Per tutta la famiglia a cena prevedere anche zuppe, minestre, vellutate dai mille colori.
• Last but not least: ridurre il consumo di pizza, pane, pasta, dolci… aumentare l’esercizio fisico

Dr.ssa Sabrina Severi
Biologa nutrizionista


Il giorno perfetto

Lo scorso anno abbiamo pubblicato alcuni articoli in cui vi spiegavamo come creare il piatto perfetto... alzi la mano chi si ricorda!
Le evidenze scientifiche sono granitiche: il cibo aiuta a promuovere la salute e la dieta è la terapia chiave in caso di malattia. Il movimento quotidiano, poi, è un vero e proprio elisir di lunga vita.

La lieve restrizione calorica è un’abitudine virtuosa, praticata da tempi immemorabili e da riscoprire in questi giorni moderni sovraffollati di cibo, in cui il dilemma perenne è distinguere tra fame, voglia e pura golosità.
Siamo spesso gioiosamente coinvolti in giornate ipercaloriche, vuoi per occasioni conviviali, perché non sappiamo organizzarci o perché rimandiamo sempre i buoni propositi a “domani”.

Il giorno perfetto è un giorno dedicato a ridurre, con dolcezza, l’introito calorico, scegliendo calorie buone.

Perché questa piccola, grande sfida settimanale?
Perché ridurre l’intake calorico porta molti benefici: il nostro corpo ama stare a riposo, anche dal cibo.
Perché è nella leggerezza che abita la guarigione fisica ed emotiva.
Ed è sempre nella leggerezza che troviamo ispirazioni irraggiungibili altrimenti. Fidatevi.

E quindi, come si può praticare il giorno perfetto?
È semplice. Basta sostituire la cena abituale di un giorno a settimana con una vellutata di verdure di stagione: colorata, idratante e lievemente nutriente. Per prepararla vi basteranno 10 minuti, ecco la ricetta di una vellutata indimenticabile https://www.run530.com/le-vellutate-intelligenti/!

Il giorno perfetto è dedicato a tutte le persone adulte e sane.

Con gioia,
Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione


Come coccolare il nostro sistema immunitario

Grazie a meccanismi biologici raffinati, le scelte quotidiane influenzano positivamente il nostro sistema immunitario: il ritmo circadiano di sonno/veglia, il livello di stress, le emozioni, il cibo e, anche, quanto beviamo. Tutti questi sono tutti fattori importanti per aumentare le nostre capacità di difesa nei confronti di agenti patogeni esterni ed interni.
In questo periodo così strano e difficile, voglio sottolineare alcuni aspetti semplici ed efficaci per essere e mantenersi forti e più sani.

Ecco cosa piace al nostro sistema immunitario…
- Dormire bene: 7/8 ore per notte sono la quantità di sonno consigliata alle persone adulte.
- Uno stile di vita attivo e lo sport. Allenamenti regolari, adeguati alle nostre capacità, sono un vero elisir per aumentare le difese. Camminare a passo sostenuto o correre all’aria aperta è il must del periodo, meglio nelle ore più calde, in queste giornate invernali.
- Intestino regolare, ossia, favorire lo svuotamento ogni 24/48 ore.
- Dieta equilibrata, ricca di verdura e frutta fresca di stagione.
- Idratarsi bene: almeno 1 litro  d’acqua al giorno a piccoli sorsi.
- 3 pasti principali a orari regolari più, eventualmente, 2 spuntini.
- Meditare regolarmente.

Da evitare…
- Dormire poche ore e/o svegliarsi stanchi.
- Ritmi accelerati, stress, rabbia e preoccupazione sono dei veleni per le nostre difese.
- La vita sedentaria.
- Bere poca acqua.
- La dieta ricca di dolci, di zuccheri e di cibi grassi.
- Gli alcolici.

Dr.ssa Sabrina Severi
Biologa nutrizionista


Breakfast: veloce, sana e piena di colori!

Siete della tribù degli abitudinari (anche) a colazione?
Latte e biscotti? Cappuccio e brioche? Solo un caffè?
Bene… continuate a leggere, vi basterà un minuto!

E se state già pensando “Ma io mica ho tempo!”… vi ricordo che per prepararvi una colazione da re bastano solo pochi minuti!

5.30 tip

  • Alleggerire un po’ la cena, così avrete più voglia di fare colazione.
  • Prevedete della frutta fresca di stagione – sempre!
  • Non solo zuccheri ma anche proteine e grassi: colori e sapori diversi, per una colazione varia e completa.
  • Prodotti da forno? Meglio integrali e semplici.
  • Via libera ai fiocchi di cereali integrali, al naturale senza zuccheri aggiunti.
  • Sì a frutta secca, semi, frutta disidratata, salse e marmellate.
  • Evitate lo zucchero, usate mini dosi di miele o melassa.
  • Ricordate di bere appena svegli e durante la colazione. Le bevande del buongiorno: acqua, centrifugato di frutta e verdure, spremuta di frutta fresca, latte o bevanda vegetale, tè e tisane + un caffè, se lo desiderate.
  • Create 3 colazioni diverse, da gustare durante la settimana, variando seguendo le stagioni e il vostro “sentire”.
  • Cappuccino e brioches, tè e biscotti o caffè facilitano l’infiammazione, l’ingrassamento e indicono una “dipendenza” dall’assunzione di altri zuccheri. Colazioni così potete concedervele solo una o due volte all’ANNO… scherzo, a settimana!

Perché fare la giusta colazione? Una prima colazione ricca di cibi freschi, colorati e vibranti, regala la giusta sveglia al nostro corpo, assicura prestazioni fisiche e mentali eccellenti, attiva il metabolismo, migliora il tono dell’umore, predispone a scelte alimentari equilibrate e facilita il mantenimento del giusto peso corporeo. Molti studi scientifici, dimostrano quanto sia vantaggioso fare la prima colazione!

Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione


Il burro chiarificato, mai più senza!

Hey you… quali grassi usate per cucinare?
Il nostro primo mai-più-senza 2020 è il burro chiarificato!

Il burro chiarificato, o ghee, è conosciuto da oltre 5.000 anni… ecco come prepararlo! Certo, potreste anche acquistarlo già pronto, ma farlo da soli è più intrigante!
-
1) Comprare burro buono, non salato (di solito ne preparo 500 -1.000 g alla volta).
2) Fondere il burro a fiamma bassissima, in pentola con doppio fondo.
3) Sobbollire il burro fuso e opalescente, a fiamma ultra bassa senza mescolare.
4) Togliere delicatamente la schiuma in superficie, man mano che si forma, ogni 15-20'.
5) Quando il burro fuso diventa trasparente (in circa 50') spegnere e lasciare riposare.
6) Versare il contenuto TRASPARENTE in vasetti (eventualmente filtrandolo con una garza a maglie fitte), facendo attenzione a lasciare sul fondo della pentola quanto precipitato durante la preparazione, le proteine del latte!
-
Perché usare il burro chiarificato?
La cottura è un evento stressante per la maggior parte dei grassi abitualmente utilizzati ma, a differenza di altri grassi e oli, il burro chiarificato ha un punto di fumo altissimo, ossia la temperature in cui il grasso inizia a “fumare” e a formare radicali liberi, quelle orribili sostanze instabili con effetti dannosi nelle cellule e nelle membrane cellulari.
Il burro chiarificato, inoltre, si conserva a lungo in frigorifero, perché non contiene più acqua.
-
Il burro chiarificato, oltre a essere molto stabile, è una vera bomba di grassi saturi a catena corta, quelli che il corpo non immagazzina (!) ma utilizza subito per il metabolismo cellulare 
Udite, udite: è ricco di acido butirrico, base energetica elettiva per la rigenerazione degli enterociti nell’intestino.
Colesterolo? Si ma solo 8 mg per cucchiaino, quindi liberi tutti!
-
Il burro chiarificato è un grasso nobile e purissimo, senza più l’acqua e le proteine del latte (caseine). Si sposa bene spalmato sul pane, ottimo come condimento e spettacolare per soffriggere e friggere.
-
Quantità consigliata: 1-2 cucchiaini al giorno sono una vera manna per il nostro intestino e per il nostro sistema immunitario.
.
Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienze dell’Alimentazione


Ma tu mastichi?!

Masticare, please!
Masticare bene ci rende forti fisicamente e lucidi mentalmente… eppure masticare ripetutamente ogni boccone di cibo è una grande sfida quotidiana per la maggioranza di noi.

Masticare ripetutamente aumenta la sensazione di piacere legata al consumo di qualsiasi alimento.
Masticare bene ci permette di soddisfare la “fame” con meno cibo e di nutrire profondamente le nostre cellule. Masticare poco e mangiare in fretta, al contrario, è sconsigliato tanto quanto mangiare troppo (!).
-
La prima digestione può avvenire solo in bocca. Il cibo libera completamente le sue virtù quando è masticato fino a diventare una crema in bocca, composta da cibo e saliva.
La saliva, infatti, contiene la ptialina, enzima idrolitico chiave per scindere gli amidi cotti del pane e della pasta. Lo stomaco, invece, è un ambiente acido ideale per digerire le proteine (carne, uova, pesce) ben triturate grazie alla masticazione.
Solo quando il cibo è insalivato e sminuzzato, può raggiungere lo stomaco e iniziare la seconda digestione.
-
All’incompleta e grossolana masticazione si associano spesso: problemi digestivi, sonnolenza post prandiale, gonfiore addominale, sensazione di fame perenne, ma anche malnutrizione per difetto o per eccesso (sottopeso e sovrappeso) scarsa concentrazione mentale, rimuginio, pensieri annodati e tanti altri disturbi molto comuni.
-
Quante volte masticare, prima di deglutire?
Secondo la letteratura classica 30 volte. Ma alcuni suggerisco 50, addirittura 100 volte. Mica è semplice, anche solo arrivare a 30, è una grande sfida!
-
5.30 tip
Contate quante volte masticate spontaneamente prima di deglutire: 3-4-10 volte? Bene, è il momento di raddoppiare!
E per riuscire a passare da 3 a 6 o da 5 a 10 occorre essere molto presenti a ogni boccone da masticare, rimanere concentrati e consapevoli. Poi, con il tempo e l’esercizio, miglioreremo sempre più e aumenterà il livello di piacere e riusciremo spontaneamente a masticare di più e a digerire qualsiasi cibo. Credetemi, masticare è un’arte da imparare!
-
PS: anche le bevande, compresa l’acqua, andrebbero tenute in bocca e insalivate profondamente prima di essere deglutite!
.
Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienze dell’Alimentazione


Perché mangiamo?

Vi siete mai chiesti perché mangiamo? Ogni giorno mangiamo per fame, noia, felicità, abitudine, stress, golosità...
-
Fame – Compare dopo 4-5-6 ore di digiuno; se compare prima non abbiamo mangiato abbastanza o il nostro pasto non era ben equilibrato.

Noia – Ebbene sì, a volte mangiamo anche semplicemente per interrompere la noia.

Felicità –Siamo fatti così: una bella tavola imbandita ci mette già di buon umore! Stare a tavola con famigliari e amici ci piace molto e, pur di prolungare questo rituale, spesso mangiamo ben oltre aver soddisfatto la fame!

Abitudine – Vi siete mai accorti che tante volte, quando scatta l’ora X, mangiamo anche se non abbiamo fame?

Stress - Ci manca qualcosa, non sappiamo bene cosa e… mangiamo… anche se in realtà avremmo bisogno d’altro, come riposarci, fare una bella corsa, vivere qualcosa di speciale.

Golosità – Ammettiamolo: abbiamo tutti quel cibo lì, che quando ce lo troviamo davanti proprio non sappiamo resistere!
-
5.30 tip
Provate a mangiare solo quando avete fame: nella pratica significa “disciplinarci un po’”… un gran bell’esperimento per la maggioranza di noi umani!
.
Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienze dell’Alimentazione


Il nostro sostegno all'Associazione CAF

Per 8 anni siamo stati al fianco di NeedYou Onlus e insieme, anno dopo anno, abbiamo contribuito all’acquisto di attrezzature mediche per i loro progetti, vedi a pag. 40 del magazine Riassunto 2019.

Quest’anno il nostro sostegno andrà all’Associazione CAF Centro Aiuto Minori e Famiglie di Milano.
L’Associazione CAF nasce nel 1979 come primo centro in Italia dedicato all’accoglienza, alla terapia e allo studio del maltrattamento infantile e dell’abuso. In questi anni ha curato oltre 1000 minori in difficoltà.
Si occupa di situazioni complesse con grande umanità e professionalità.

Come sempre, potrete fare una donazione durante l’iscrizione on line e, a fine tour, comunicheremo quanto è stato raccolto.
Grazie a tutti fin d’ora.


Cos'è per voi il cibo?

Cos’è il cibo?
-
Il cibo è nutrimento, energia, vibrazioni, colori, piacere, amore, consolazione, emozione, condivisione, lotta, avventura, medicina.
Il cibo è tutto questo... ma anche molto di più!
-
5.30 tip
E per voi, cos’è il cibo per voi? Raccontateci le vostre 3 parole per descrivere cosa rappresenta il cibo nella vostra vita…
.
Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienze dell’Alimentazione