SHOP 5.30


PERCHÉ


Ogni capo 5.30 ha un suo perché
Non perché siano più belli di altri ma perché ogni personalizzazione è vita vissuta. Ogni grafica non è un esercizio di stile ma il quotidiano che prende forma. Volevamo produrli in Italia perciò siamo andati a conoscere gli artigiani che disegnato, tagliano e confezionano; insieme, abbiamo condiviso esperienze ed una visione etica del lavoro.
Tutto ciò che abbiamo messo nel progetto 5.30 dal 2009, ricomincia da qui: un pezzo di noi e di voi, da indossare con orgoglio.

“Un rumore come di uno che non voleva far rumore” è il nome – preso a prestito dal bel libro illustrato di John Irving e Tatjana Hauptmann – di questa nuova Capsule 5.30 che rappresenta la voglia di mostrare le proprie abilità e l’eterno dubbio di non essere all’altezza della situazione.
Tutto si gioca sul colore nero delle notti più buie. La texture con il logo 5.30 ripetuto all’infinito, rappresenta il mondo dei sogni che sbiadiscono con le prime luci ma, a volte, rimangono nitidi, come il grande 5.30 sul davanti e sul retro, a volerci indicare la strada da percorrere.

Alla t-shirt, che ci fa “essere” senza apparire, si contrappone la prima Jacket 5.30, esagerata nella grafica, arrogantina. Il tessuto in perle di vetro è un condensato di tecnologia: antivento, antipioggia e riflettente. Questa Jacket è da indossare con l’orgoglio di far parte del Team 5.30, un progetto Made in Italy che sta conquistando il mondo intero.
Don’t dream it. Be it!