I segreti di Sabrina (5.30 nutrizione): il latte d’oro

Parliamo sempre di cibo, ma in realtà possiamo nutrirci bene anche grazie alle bevande. Dopo il latte di mandorle, non poteva mancare il latte d’oro.

Composto da latte vegetale e pasta di curcuma, questa bevanda, dona sollievo, resistenza e flessibilità alle articolazioni, lubrifica, intiepidisce e accarezza i tendini - quindi è adatta a tutte le persone che praticano regolarmente sport o che camminano tanto. Per tradizione è la bevanda più amata da chi pratica yoga intensamente.

La presenza della curcuma, spezia gialla come il sole, dona anche proprietà antimutagene e neuroprotettive.


Ingredienti
Curcuma, 43 gr
Acqua, 100 ml
Latte vegetale a piacere (di riso, di soia…), 1 tazza
Olio di mandorle a uso alimentare, 1 cucchiaio
Cannella, un pizzico
Pepe, un pizzico

Preparazione
Sobbollite lentamente l’acqua e mischiatela con la curcuma fino a quando non si addensa e diventa una crema corposa e poi mettetela in un vaso di vetro da conservare in frigorifero (può fino a 20 giorni!).
Ogni mattina scaldate il vostro “latte” preferito, aggiungendoci mezzo di cucchiaino di pasta di curcuma, un cucchiaino di olio di mandorle e un pic di miele. Per chi vuole rendere la bevanda ancora più speciale, suggerisco di frullarla per ottenere una bevanda spumeggiante color giallo oro! Per finire aggiungete una spruzzata di cannella e pepe...
Il latte d’oro è perfetto come bevanda a colazione o come spuntino; per godere dei suoi benefici su articolazioni e tendini, bevetelo per almeno 3-4 settimane.

Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione

La clip del latte d'oro


Tutte le immagini della 5.30 Bologna

Ecco tutte le immagini della 5.30 Bologna da guardare, scaricare e condividere :)


I segreti di Sabrina (5.30 nutrizione): il latte di mandorle

Latte di mandorle, please!

Il “latte” di mandorle è molto buono, adatto a nutrire bambini, adulti e sportivi grazie al suo sapore dolce e accogliente. Grazie al suo apporto di sali minerali, tra cui calcio, fosforo, magnesio e vitamina E, è una bevanda vegetale con proprietà anti-invecchiamento e anti-età, utile per promuovere la salute e portare fantasia in tavola.Prepararlo è semplicissimo e vi darà grande soddisfazione.

Ingredienti
100 g di mandorle di prima qualità con la pelle
400 ml di acqua
Se vi piace, una stecca di vaniglia per aromatizzare.

Come fare
Se riuscite, mettete le mandorle in ammollo nell’acqua la sera prima di prepararlo.
Poi abbiamo 2 modalità di preparazione: una espressa e una rapida. In entrambi i casi si otterrà un prodotto buono, dal sapore più o meno cremoso e con durabilità diversa.

Preparazione velocissima
Mettete l’acqua e le mandorle nel frullatore, frullate per 2 minuti e aggiungete un pic di vaniglia. Frullate ancora per alcuni secondi, poi spegnete e filtrate il liquido nel colino a maglie fitte. Il “latte” di mandorle è pronto da bere.

Preparazione veloce
Mettete le mandorle e l’acqua d’ammollo nel milk maker, il piccolo elettrodomestico che utilizzate anche per preparare le zuppe, e azionate lo start. In 15-20 minuti il “latte” sarà pronto da filtrare.
Il risultato di questa modalità leggermente più lunga è una bevanda dal sapore più intenso che può essere bevuto subito caldo oppure raffreddato e conservato in frigorifero in una bottiglia di vetro per 2 giorni.
In entrambi i casi… buona prima colazione!

Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione

La clip del latte di mandorle


5.30 Bologna: chiuse le iscrizioni da Sport3k

Le iscrizioni da Sport3k sono chiuse
(i ticket sono terminati!)
 
Le iscrizioni continuano online 
oppure, mercoledì 12 e giovedì 13 Giugno, dalle 10 alle 18, Centro sportivo CSB (ex CRB) Via Marzabotto 24 Bologna.

Le immagini della 5.30 Modena

Ecco tutte le immagini della 5.30 Modena da guardare, scaricare e condividere :)
http://bit.ly/2WTM7Jh


5.30 Modena: primi scatti.

Tutte le foto di Francesco 'Iena' Mattucci e Francesca Grana verranno caricate domani.

Grazie Modena!
Sergio & Sabrina


5.30 Modena: iscrizioni chiuse

8000 partecipanti!
Le iscrizioni sono chiuse; domattina non sarà possibile iscriversi.
Ci vediamo all'alba :)


I segreti di Sabrina (5.30 nutrizione): un mare rosso ciliegia

La ricetta del progetto è semplice.
Prendete un Sergio intero, meglio del tipo Bezzanti. Aggiungete una generosa dose di Sabrina, quella del tipo Severi. Completate con un bel pizzico di 5.30 dal sapore infinito, mescolato a un mare rosso ciliegia vibrante di gioia e arricchite con migliaia di early bird immersi nella luce dell’alba.

Guarnite con una Francesca intrepida, un Francesco artista e un Davide “dirigente del meteo”. Per chi ama progetti dal gusto più intenso, insaporite sempre con fornitori affidabili, sponsor illuminati e partner leali. La vicinanza di un Matteo, poi, è indispensabile e renderà il progetto indimenticabile!

La clip delle ciliegie


Tutte le immagini della 5.30 Torino

Ecco tutte le immagini della 5.30 Torino da guardare, scaricare e condividere
http://bit.ly/2HQuYId


5.30 Torino: le prime immagini

Tutte le gallerie verranno caricate tra sabato e domenica


5.30 Torino: 5000!

Le iscrizioni continuano, ancora per un poco, sia online che all'8 Gallery, primo piano nella piazza della ristorazione


I segreti di Sabrina (5.30 nutrizione): il gazpacho

Un antipasto intrigante o una zuppa di verdura fredda? Semplice: il gazpacho è semplicemente una ventata di Spagna irresistibile.
 
Ingredienti per 4 persone
Pomodori ben maturi, 600 g
Cetrioli, 100 g
Peperone verde, 100 g
Peperone rosso, 100 g
Cipolla di Tropea, 30 g
Olio EVO, 50 ml
Tabasco, 1 goccia
Aglio, un’idea
 
Per guarnire
Capperi, basilico e limone spremuto in gocce q.b
 
Come fare
Mettete nel tritaverdure il pomodoro, il cetriolo, i peperoni verde e rosso e la cipolla e tritate per 30”-40”. Aggiungete una goccia di tabasco, olio d’oliva extra vergine e guarnite nel piatto con capperi e foglioline di basilico fresco.
Per un risultato entusiasmante, come quello del video, il segreto sta nelle verdure: prendetele dal vostro verduraio di fiducia, ultra fresche, ultra croccanti e ultra colorate.
Il gazpacho sarà il vostro compagno ideale per tutta l’estate… almeno a tavola! :-)
 
Proprietà
Grazie alle verdure crude ed estive, è la preparazione ideale per rinfrescare e integrare acqua, vitamine, sali minerali e fibra. Per favorire la digestione, meglio mangiare il gazpacho lentamente e leggermente fresco… ma mai freddo di frigo, nemmeno nei giorni più caldi dell’estate!
 
Dr.ssa Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienza dell’alimentazione
Instagram: @sabrina_severi

5.30 Palermo: tutte le immagini

Ecco tutte le immagini della 5.30 Palermo da guardare, scaricare e condividere


5.30 Milano: tutte le immagini

Ecco tutte le immagini di Milano, da guardare, scaricare e condividere


I segreti di Sabrina (5.30 nutrizione): ceci vittoriosi

La crema di ceci ha una natura rivoluzionaria, ideale per sostituire marmellata, salumi e formaggi a colazione… ma non solo! Supporta la voglia di cibi ricchi di fibra e sani.

Come fare
Prendete 400 g di ceci molto tosti e fateli ammorbidire in acqua per una notte o più.

Cuoceteli a fuoco basso per circa 1,5-2 ore e, quando saranno cotti a puntino, scolateli e tenete da parte un po’ di acqua di cottura.
Mettete i ceci cotti nel bicchiere del mini pimer e frullateli con 100 ml di liquido di cottura, il succo di ½ limone, 5 cucchiai di olio evo e un cucchiaino di tahini (insaporitore a base di sesamo). Assaggiate e aggiustate con acqua e olio fino a ottenere una crema spalmabile.
Per una versione più veloce, potete usare i ceci già cotti eliminando il liquido di contenimento… ma scegliete quelli in vetro, meglio evitare i legumi in latta.

Proprietà
I ceci e tutti i legumi sono alimenti fortemente drenanti, utili a eliminare i liquidi in eccesso su pancia e cosce e quei cuscinetti così antipatici.
Last but not least: ricordate di portare i legumi in tavola con regolarità 5-6 volte a settimana: riso con ceci, pasta e fagioli, tonno e borlotti, uova e piselli. Il vostro intestino li soffre? Tranquilli, imparerà a gestirli alla grande se li usate solo in piccole dosi ma con perseveranza.

Dr.ssa Sabrina Severi
Biologa specialista in Scienza dell’alimentazione
Instagram: @sabrina_severi

5.30 Verona: è pronto il magazine!

Ecco il magazine della 5.30 Verona.
Potete guardarlo, scaricarlo e condividerlo :)